Pavimento in bambù "carbonizzato": facciamo chiarezza

Pubblicato da Bambootaly Shop il

Pavimento in bambù "carbonizzato": facciamo chiarezza

Il bambù viene carbonizzato sottoponendolo a calore elevato, che "caramella" le fibre di bambù, ottenendo una ricca tonalità marrone. È un processo simile alla "caramellizzazione" dello zucchero, che diventa scuro e appiccicoso dopo essere stato riscaldato.

  • Il bambù carbonizzato è diverso dagli altri tipi di bambù?

Sebbene lo stesso colore possa essere ottenuto con la colorazione, ci sono differenze importanti che devono essere prese in considerazione. A differenza della colorazione, che interessa solo la superficie del legno, il bambù carbonizzato è dello stesso colore su tutta la tavola, il che significa che può essere rifinito e manterrà lo stesso colore intenso. La tonalità del colore è proporzionale al periodo di tempo in cui il bambù viene riscaldato o "carbonizzato".

  • Il bambù carbonizzato è più morbido del bambù naturale?
Non è assolutamente vero. La differenza risiede nel tipo di pavimentazione (lamellare o strand) ma non nella colorazione. Se si cerca un pavimento molto resistenze la scelta dovrà ricadere sulla tipologia strand che mantengono la propria resistenza  indipendentemente dal fatto che siano carbonizzati o meno.

 

  • perchè scegliere un parquet in bambù carbonizzato?

Non essendo colorato solo in superficie,  il parquet in bambù carbonizzato può essere rifinito senza perdere il suo colore.

Inoltre la colorazione non viene ottenuta attraverso l'uso di prodotti chimici, ma con metodi di riscaldamento non tossici e ad alta pressione.

È un pavimento non tossico, adatto ai bambini, agli animali domestici e di semplice manutenzione e pulizia.

Le tonalità caramellate del bambù carbonizzato offrono il calore, l'eleganza alla casa.

È anche ampiamente considerato come l'alternativa ecologica ai legni duri; è sicuro per la qualità dell'aria interna in quanto privi di formaldeide.


Condividi questo post



← Vecchi post